Ripercorriamo insieme la storia e le caratteristiche del grano Russello, uno dei più antichi di Sicilia e materia prima della nostra pasta integrale.

Il grano Russello, detto anche Ruscio o Russieddru, prende il suo nome dalla peculiare colorazione rosso – giallastra, che lo rende immediatamente distinguibile dagli altri grani. Si tratta di una delle 32 coltivazioni di frumento duro e una delle 52 varietà di grani tipici siciliani.
Il grano Russello: tradizione e gusto della Sicilia-ITesoridiNella

Le origini

Si hanno notizie della sua coltivazione ancor prima della Seconda Guerra Mondiale, soprattutto nelle zone di Agrigento, Caltanissetta, Palermo, Ragusa e Trapani. Il grano Russello rappresentava per gli agricoltori e i pastori un’importante risorsa: da questo si poteva ricavare tanta paglia e un pane che si manteneva nel tempo morbido e saporito.

Si pensa che la sua introduzione nel territorio siciliano derivi dagli esperimenti dei contadini iblei, che desideravano trovare un grano resistente e dalla grande produttività. Quando tuttavia furono introdotte le moderne varietà di grani, frutto di incroci e modifiche genetiche, su queste si concentrò l’attenzione dei coltivatori in quanto si prestavano più facilmente ad essere vendute su un mercato ormai omologato.

Fu solo negli anni Novanta che venne riscoperto il valore e l’importanza del frumento Russello. Grazie a incontri tematici della Coldiretti e collaborazioni tra Ragusa e l’Università di Catania, vennero portate avanti delle ricerche su questa preziosa varietà siciliana, con prove agronomiche e analisi sulla possibile nascita di un Consorzio. Così, in seguito al rinnovato interesse per i prodotti tipici del territorio siculo, si è assistito negli ultimi anni a una riscoperta del grano Russello.

Le qualità benefiche

La coltura del Russello non rappresenta però soltanto la continuità con le tradizioni del territorio: il suo alto portamento (quasi 2 mt) fa sì che le erbe infestanti non lo danneggino. Inoltre, è resistente a molte malattie che invece colpiscono altre varietà di grano e non necessita di troppo azoto nei concimi. Si presta quindi facilmente a coltivazioni biologiche, che evitano l’uso di pesticidi e sostanze chimiche di vario genere.

Gli alimenti realizzati con farina di grano Russello sono una fonte di nutrimento sana e saporita! Le farine prodotte sono infatti integrali e in quanto tali conservano il germe durante la macinazione (parte del chicco che contiene le sostanze più benefiche).
Nel caso del Russello, le proprietà antinfiammatorie e ipocolesterolizzanti sono garantite da acidi grassi essenziali (tra cui omega 3 e omega 6), vitamine B ed E e sali minerali. Contiene inoltre un indice di glutine più basso rispetto ad altre varietà di coltivazioni, non avendo subito alterazioni genetiche.

Profumo, sapore, digeribilità e genuinità sono le garanzie dei prodotti preparati con il grano Russello. Con la sua farina vengono infatti realizzati diversi beni alimentari, come la pasta trafilata in bronzo, di cui i nostri Tesori sono un esempio di qualità e gusto!